CONSULENZA ALLE IMPRESE – OLTRE LA VISIONE COMUNE

NON RIESCI A PAGARE I DEBITI? UNA LEGGE TE LI TAGLIA

C’è una legge che permette di ripartire da zero e non rimanere oppressi dai debiti.

È la legge 3/2012 che permette a tutti di riacquistare un ruolo attivo nell’ economia, grazie all’ introduzione  di misure indirizzate ai soggetti non fallibili che si trovano in una situazione di grave squilibrio finanziario e sono impossibilitati a far fronte agli impegni assunti.

Chi può godere della legge?

– Persona fisica: consumatore che ha contratto debiti estranei all’attività professionale e/o imprenditoriale.

– Imprenditore commerciale e/o società sotto soglia: soggetto che svolge attività d’impresa e che ha un attivo patrimoniale inferiore a 300 mila euro, ricavi lordi inferiori a 200 mila euro e debiti di ammontare inferiore a 500 mila euro.

– Start-up

– Imprenditore cessato o suoi eredi

– Socio illimitatamente responsabile o suoi eredi.

–  Professionista, artista o comunque lavoratori autonomi in genere.

– Società professionale.

– Associazione professionale o studio professionale associato.

– Agricoltore.

Come si fa?

Si può ripartire da zero attraverso una procedura che permette, nel limite delle possibilità, di far fronte agli impegni presi. Nel caso invece in cui lo squilibrio tra beni/redditi e debiti non sia sanabile, è possibile il riconoscimento della situazione e quindi la cancellazione di tutti o parte dei debiti.

È una legge fatta per i soggetti che, onestamente sovraindebitati, evidenziano la loro situazione con il solo fine di non diventare schiavi dei debiti. È prevista la tutela del soggetto debole, evitandogli sia le ripercussioni sociali sia il rischio di distruggere definitivamente un patrimonio già dissestato.

In sintesi

Se il soggetto non ha nulla, viene eventualmente prevista la cancellazione di tutti i debiti. Se il soggetto ha qualcosa, viene previsto il pagamento di quanto è possibile pagare in funzione dei propri redditi e del proprio patrimonio.

Per preparare una proposta di accordo da presentare al Tribunale è bene rivolgersi a esperti della legge 3/2012.

Per qualsiasi info contattateci ai nostri recapiti.