CONSULENZA ALLE IMPRESE – OLTRE LA VISIONE COMUNE

LEGGE SUL SOVRAINDEBITAMENTO

La Legge n.3 del 2012 promette di salvare i debitori sul lastrico da svendite del loro patrimonio sempre salvaguardando i diritti dei creditori.

Ai sensi del secondo comma dell’articolo 6 per sovraidebitamento si intende una situazione  di perdurante squilibrio tra obbligazioni assunte e il patrimonio prontamente liquidabile per farvi fronte, nonché la definitiva incapacità del debitore di adempiere regolarmente alle proprie obbligazioni.

In sintesi in un momento di crisi di liquidità, anche dovuta ad una improvvisa contrazione del volume di lavoro, attraverso la vendita dei propri immobili potranno onorarsi i debiti.

Possono usufruire di questa legge quei soggetti  considerati non fallibili, ovvero non assoggettabili a procedure concorsuali, che siano consumatori o microimprese.

In pratica attraverso la formulazione di un accordo di ristrutturazione del debito e  con l’ausilio di un organismo di composizione della crisi, si presenta una domanda al tribunale di competenza.

Si attiva a tal punto la procedura.

In Francia già 240 mila persone hanno proceduto per ridurre il proprio indebitamento, in Germania ancora di più, in Italia siamo ancora agli albori.

Per informazioni non esitate a contattarci o scrivete una mail a segreteria.studiomasciulli@gmail.com .