CONSULENZA ALLE IMPRESE – OLTRE LA VISIONE COMUNE

FINALMENTE LA ROTTAMAZIONE DEI RUOLI

Ci sono voluti ben tre anni, ma alla fine è apparso in Gazzetta Ufficiale il decreto attuativo della Legge n.228/2012, con la quale era stata disposta la rottamazione dei ruoli.

Più precisamente, con il decreto del Ministero dell’Economia pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 142 del 22 giugno, sono state definite le modalità per la trasmissione da parte dell’agente della riscossione agli enti creditori dell’elenco delle quote annullate.

Con l’articolo 1, comma 527, della Legge 24 dicembre 2012, n. 228, è stata previsto l’automatico annullamento dei crediti di importo fino a 2.000 euro resi esecutivi fino al 31 dicembre 1999.
La soglia dei 2.000 euro deve essere calcolata con riferimento all’importo complessivo iscritto a ruolo, ovvero capitale, interessi per ritardata iscrizione e sanzioni.

La norma ha altresì previsto che, con decreto del Ministero dell’Economia e delle Finanze, siano stabilite le modalità di trasmissione agli enti interessati dell’elenco delle quote annullate.
Questo per consentire il discarico e l’eliminazione dalle scritture patrimoniali da parte dell’ente creditore stesso.

Ebbene, il decreto del Ministero dell’Economia e delle Finanze in oggetto ha finalmente visto la luce con la sua pubblicazione nella Gazzetta Ufficiale del 22 giugno.

Si ricorda, inoltre, che con lo stesso decreto, sono stabilite le modalità con le quali i ruoli resi esecutivi fino al 31 dicembre 1999 di importo maggiore a 2.000 euro devono ritornare nella disponibilità degli enti titolari del diritto di credito